28 marzo 2017

Perche’ e’ cosi’ difficile ‘il cambiamento”?

Ho gia’ ribadito in diverse altre occasioni, che tutti noi desideriamo evolverci continuamente. Quindi al di la’ della situazione in cui ci troviamo, sentiamo dentro di noi una spinta (metaforica) che vorrebbe indurci ad un “cambiamento”, in una o piu’ area della nostra vita, come ad esempio: il lavoro, i soldi, la famiglia, gli affetti, le relazioni in genere, la salute fisica o mentale, e cosi’ via.

Ma come avrai certamente notato, nel corso della tua vita, cambiare un qualsiasi comportamento non e’ mai (troppo) facile. Anzi direi, in base alla mia esperienza e alle statistiche ufficiali, che ogni sorta di “cambiamento” a volte puo’ apparire impossibile, soprattutto se non si conosce il funzionamento della mente.

Devi sapere che la nostra mente funziona come un grande computer, dove c’e’ un sistema operativo di base (es. il windows) paragonabile alla nostra essenza superiore (che sappiamo avere un grande potenziale ma conosciamo pochissimo), e dei programmi secondari, che scegliamo di installare e di usare in base a cio’ che vogliamo fare con il computer, questi ultimi sono paragonabili, invece, ai nostri comportamenti abituali, anch’essi installati e usati in base all’evenienza, ma questa volta nella nostra mente.

Ecco che ad esempio quando noi vogliamo cambiare un comportamento che non ci aggrada piu’, o vogliamo compiere delle azioni diverse in un dato ambito per raggiungere un nuovo obiettivo, troviamo una grande resistenza e il risultato non e’ come ci eravamo auspicati.

Facciamo l’esempio di un ragazzo che chiameremo Mario, che normalmente si alza alle 9 del mattino da tanto tempo, e dopo essersi alzato si prepara in fretta e furia per andare al lavoro. Ad un tratto decide che dal giorno dopo si sarebbe alzato alle sei del mattino in modo da avere piu’ tempo da dedicare ad alcune attivita’ di cui non ha mai tempo di fare, una tra queste e’ correre almeno 3 volte alla settimana. Mario, spinto dal desiderio di portare avanti una sua intenzione, motivato da cio’ che potra’ fare nel tempo che avra’ guadagnato alzandosi alle 6 anzicche’ alle 9, riesce nel suo intento per una settimana, poi man mano l’entusiasmo per la novita’ svanisce, il suo comportamento automatico installato riesce a riavere la meglio, ovvero Mario come aveva sempre fatto nel suo passato ricomincia a svegliarsi tardi la mattina, rimanendogli cosi’ solo il tempo per sbrigarsi e scappare al lavoro.

In sintesi quello che accade e’ che noi tendiamo a ripetere cio’ a cui siamo piu’ abituati. Ed e’ per questo che, come magari sara’ capitato anche a te, e come gran parte dei miei clienti spesso mi ripetono, notiamo una frase ricorrente: “gira e rigira faccio sempre le stesse cose, non riesco a cambiare”. Allora da qui scaturisce che ogni nostra azione (o un comportamento), e’ dettata da un programma (come quelli dei computer), che si e’ installato nel tempo all’interno della nostra mente, e se non cambiamo (o modifichiamo) questo programma con delle apposite tecniche (mentali) difficilmente riusciremo a rendere un nuovo comportamento stabile nel tempo e naturale.

Allora, per concludere questo articolo, prima di iniziare un cambiamento, metti nel conto che tale cambiamento avra’ bisogno, all’inizio, un tuo sforzo cosciente fino a quando la nuova abitudine (o il nuovo comportamento) non sia stato a sua volta installato permanentemente nella tua mente.

Ps1 Se hai qualche domanda su questa tematica ma anche solo per darmi il tuo feedback su quanto hai letto, mi fa piacere leggerti nei commenti.

Ps2 Rimani aggiornato in anteprima iscrivendoti gratuitamente alla Newsletter del blog compilando il modulo che trovi qui a fianco sulla tua destra.

Commenti

commenti

0 Comments

Leave A Comment

Lascia un commento